DIGA DI ISOLA SERAFINI (PC), PRESTAZIONI DI ASSISTENTE GOVERNATIVO PER I LAVORI DI MANUTENZIONE CONSERVATIVA

Tra gennaio 2003 e giugno 2005 sono stati eseguiti interventi di manutenzione conservativa della diga artificiale Isola Serafini posta sul fiume Po nel Comune di Monticelli D’Ongina nel tratto tra Cremona e Piacenza.

L’Ing Beatrice Majone, per lo Studio Majone Ingegneri Associati, ha seguito come assistente governativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Servizio Nazionale Dighe – Ufficio di Milano, tutte le fasi relative ai lavori previsti nel progetto di manutenzione della diga di Isola Serafini.

La traversa di Isola Serafini è lunga 362m ed è costituita da 11 luci di larghezza 30m. Attualmente è gestita dalla società Enel essendo presente in loco la centrale idroelettrica Carlo Bobbio. Questa è, per dimensioni, la più importante traversa fluviale italiana. La realizzazione della diga sul fiume Po ha creato uno sbarramento alla risalita di alcune specie ittiche a rischio estinzione.

Il progetto, caratterizzato da una certa complessità per l’importanza della diga e per la natura stessa dei lavori, ha riguardato diversi aspetti che possono essere riassunti in:

  • Diaframma impermeabile a monte dello sbarramento e lungo le sponde sinistra e destra: realizzazione di un diaframma impermeabile continuo, lungo tutto lo sbarramento, tramite iniezioni ad alta pressione a base di miscela cementizia (jet grouting). Il diaframma viene esteso per circa 30 m lungo la sponda sinistra e 55 lungo quella destra.
  • Diaframma impermeabile a valle dello sbarramento: garantire un’adeguata protezione allo scalzamento del piede di valle dello sbarramento in considerazione dei fenomeni erosivi che interessano l’alveo di valle.  Formazione di un diaframma impermeabile continuo tramite iniezioni ad alta pressione a base di miscela cementizia (jet grouting).
  • Consolidamento terreno di fondazione platee delle luci e costruzioni dei blocchi di dissipazione sulle platee: intasare i distacchi rilevati fra i diversi strati di calcestruzzo che costituiscono le platee e le pre-platee, nonché fra queste ed il terreno di fondazione. Realizzazione di iniezioni in pressione di miscele sulle platee di tutte le luci dello sbarramento nel seguente ordine:
  1. betoncino di intasamento,
  2. miscela di intasamento con bentonite
  3. sigillatura con microfiller.

Su ognuna delle platee è prevista la costruzione di 8 blocchi di dissipazione.

  • Protezione piede di valle dello sbarramento: parziale ripristino delle quote di alveo a valle dello sbarramento, limitatamente alle sezioni che presentano le maggiori erosioni, e fino ad un livello tale da mantenere un battente idrico adeguato alle dissipazione delle portate idriche scaricate. Si prevede di riportare materiale sciolto, misto naturale e pietrame, e di realizzare uno strato di protezione con elementi di grosse dimensioni riempiti in calcestruzzo (burgoni).

Keywords: AiPO,Isola Serafini,,diga,jet grouting,microfiller,burgoni,diaframma impermeabile