IMPIANTO DI DEPURAZIONE
Il progetto prevede l’adeguamento dell’impianto di depurazione di Jesi, attualmente in gestione a MULTISERVIZI S.p.A. (ex Consorzio Gorgovivo – AN). Esso é finalizzato ad accogliere i liquami provenienti dal comune di Monsano e dall’adiacente area industriale Zipa. Oltre ad aumentarne la potenzialità, gli interventi in progetto hanno l’obiettivo di limitare le concentrazioni allo scarico secondo quanto previsto dalla Direttiva CEE 271/91.
Si intende con il presente progetto porre rimedio ad una serie di inconvenienti manifestatesi durante il precedente periodo di gestione tra cui l’insufficienza dei sedimentatori secondari, che non sono in grado di sopportare un carico medio superiore a 8’000 mc/giorno, l’insufficienza del sistema di aerazione alternata, dei sedimentatori primari e del sistema di miscelazione del fango in digestione e l’impossibilità di sovraccaricare una delle due linee di trattamento su cui si sviluppa l’impianto, in caso di manutenzione.
Le principali opere in progetto, per la risoluzione delle problematiche sopra descritte, consistono essenzialmente in:
a) costruzione di una terza linea di trattamento, su cui dovrà gravare la portata che non é possibile smaltire nell’impianto attuale, che assorbe una portata di 5’200 mc/giorno. Tale linea verrà realizzata senza sedimentazione primaria al fine di non diminuire il contenuto di carbonio dei liquami in ingresso, necessario alla successiva fase di denitrificazione;
b) abolizione della sedimentazione primaria anche per le due linee di trattamento esistenti, per gli stessi motivi di cui al punto che precede. I sedimentatori primari esistenti verranno adibiti al potenziamento della fase anossica;
c) realizzazione di due vasche d’accumulo fuori linea, in cui accumulare e fare sedimentare la portata di pioggia eccedente (2xQnm), ovvero, consentire l’accumulo e l’omogeneizzazione di scarichi industriali atipici;
d) potenziamento della linea fanghi mediante realizzazione di una fase di preispessimento dinamico;
e) realizzazione di una stazione di accumulo liquami conferiti con autobotti (spurgo fosse settiche e percolato) da alimentare gradualmente al trattamento;
f) potenziamento della strumentazione di controllo del processo e installazione di un PLC.
In tal modo si consente quindi l’accumulo e la sedimentazione delle acque di pioggia eccedenti la portata ammessa al biologico, per poterle poi avviare all’adiacente trattamento di fitodepurazione; l’accumulo e la omogeneizzazione di scarichi industriali atipici, da alimentare gradualmente al trattamento; il trattamento di reflui speciali (bottini, percolato) presso l’impianto di trattamento centralizzato.

COLLETTORI FOGNARI
L’obiettivo del presente progetto é quello di realizzare alcuni collettori fognari a carattere sovracomunale che permettono di fornire un idoneo recapito alle reti di scarico comunali esistenti e future.
Tale risultato é stato ottenuto con la realizzazione di due collettori fognari, denominati “A” e “B”, al servizio del Comune di Monsano e tre collettori fognari, denominati “C”, “D” ed “E”, al servizio dell’area Zipa posta nel Comune di Jesi; a tali opere sono poi associati alcuni manufatti per la separazione delle portate cosiddette nere da inviare al depuratore rispetto a quelle meteoriche in eccesso da inviare alla rete idrografica superficiale, il sistema fognario é dotato di una stazione di sollevamento che permette di superare il dislivello geodetico esistente tra una parte dell’area a destinazione produttiva di Monsano ed il recapito finale.
Il recapito finale dei reflui convogliati dalle condotte “A” (DN400 mm in C.P.C.), “B” (DN 200 mm in PeAD), “C” (DN600 mm in C.P.C.) e “D” (DN500 mm in C.P.C.) é il depuratore di Jesi esistente ed oggetto di ampliamento (vedi sopra); per quanto riguarda il collettore “E” (rettangolare 2.50 x 2.00 m in C.A.P.), il recapito é costituito dal Fiume Esino in quanto i deflussi in esso convogliati sono di natura meteorica.