Descrizione delle caratteristiche del Canale Villoresi:

Il Canale Villoresi, al nome del suo ideatore e progettista Ing. Eugenio Villoresi, è un canale artificiale ad uso principalmente di irrigazione realizzato tra il 1877 e il 1890. Attualmente si snoda per circa 86 km da ovest verso est attraverso la piana a nord di Milano.

Il canale ha origine dal fiume Ticino con la derivazione delle acque effettuata tramite una traversa di 289.44 m in località Panperduto nel Comune di Somma Lombardo (VA) posta a lato del fiume. Attraverso un edificio regolatore, le acque, vengono convogliate in un bacino di distribuzione, denominato appunto Canale Villoresi.

Storia e dati del Canale Villoresi:

Il Consorzio Villoresi, ente gestore del Canale, distribuisce ed è garante di una portata complessivamente di 152m3/s. L’acqua è destinata ad essere distribuita sulle campagne irrigate col metodo a scorrimento.

La maggior parte degli interventi sono mirati alla bacinizzazione e regolazione delle acque per fronteggiare la carenza di dotazioni idriche presente nel territorio e mitigato anche grazie al Canale Villoresi

Interventi dello Studio Majone sul Canale Villoresi:

Studio Majone è stato titolare di numerosi incarichi per il Consorzio di Bonifica Est Ticino, come consulente, progettista e direttore lavori.

Il primo incarico relativo al rifacimento del fondo e delle sponde è del 2002. Si sono susseguiti fino al 2005 altri incarichi sempre della stessa tipologia in numerosi e ampi tratti lungo lo sviluppo del canale.

Gli interventi di rifacimento dell’alveo hanno permesso di regolarizzare il fondo e le sponde, recuperare o realizzare ex novo opere accessorie alla manutenzione e fruizione del canale.

Sono stati eseguiti lavori sull’argine per migliorare l’integrazione del Canale Villoresi all’interno delle aree urbane e nel contesto paesaggistico della campagna lombarda.

Oltre alle opere nell’alveo gli incarichi hanno riguardato la riqualificazione in alcuni tratti dell’argine con il recupero o la realizzazione ex novo di piste ciclabili o percorsi pedonali, e inoltre, la verifica della condizione di carico e successivamente consolidamento del nodo idraulico delle opere di presa costituite dalla traversa sul fiume Ticino, l’edificio regolatore, l’opera di presa del Canale Villoresi e lo sfioratore

Lo Studio Majone si è occupato anche della realizzazione di un manufatto per la regolarizzazione del flusso delle acque che passano nel canale nel Comune di Arconate. L’opera idraulica è stata realizzata coniugando alle necessità tecniche le caratteristiche architettoniche dei manufatti già presenti lungo il canale riducendo l’impatto visivo sul paesaggio tipico dei luoghi. Il rivestimento degli elementi di sostegno delle paratoie è stato realizzato con mattoncini faccia a vista e inserti in pietra o cemento.

Lungo i tratti interessati dai lavori, altri manufatti di regolazione e controllo sono stati recuperati, restaurati o ricostruiti. Sempre usando i canoni risalenti all’epoca di realizzazione.

Sono state oggetto di analisi dello Studio Majone anche le piattaforme per il convoglio delle acque lungo la tratta ferroviaria dell’alta velocità tra Torino e Milano.

Comuni in cui sono stati eseguiti gli interventi:

Manutenzione e rifacimento sponde e fondo tratti del canale:

  • Somma Lombardo-Nosate-Castano Primo-Buscate-Arconate-Lainate-Garbagnate Milanese- Brugherio-Nova Milanese-Monza
  • Tura Parabiago e Arconate
  • Linea Torino-Milano

Collegamenti rilevanti:

http://www.panperduto.it/

http://www.etvilloresi.it/portal-villoresi/sv1.do